• Amen Break e dintorni: perdonali, perché non sanno quello che danzano
  • Rivestiti di Distorsione Pesante: Le Migliori Cover Metalliche di Canzoni Pop (Spotify Playlist)
  • Musica elettronica:  suonare danzando
  • “The eagle has landed” : dalla Nasa i suoni dello spazio
  • Hand in Hand – Some lines of Drums

Quello che i teenager (americani, alcuni) sanno delle canzoni degli anni 90 (alcune canzoni)

non traduco, primo perché è venerdì santo e la voglia latita, poi perché se non si capisce l’inglese è inutile vedere questo video. che parla di se e come gli adolescenti americani (alcuni adolescenti) riconoscono le canzoni degli anni 90 (alcune canzoni degli anni 90) “When asked to listen to Ace Of Base’s 1993 hit ‘The Sign’, the teens reacted with comments such as: “I’ve never heard this in my…

Read More >>

Yshai Afterman – “The Stream”

Super excited to share the 4th piece released out of my coming album! Inspired by a poem of my late father Allen Afterman, written about me when I was very very young – this intense percussion composition touches the helpless stream/scream of a man trying to face the absolute and uncompromising silence of death. Big thanks to the great artists who helped me create this: Shahar Kaufman at Shoam Studio…

Read More >>

Tutto Bach: 1080 volte il genio

Netherlands Bach Society ha un’idea meravigliosa, come diceva quello dei trapianti di capelli: mettere online – gratis – tutto Bach. Trattasi di 1080 esecuzioni, ogni venerdì una nuova registrazione. Un’operazione monumentale che si dovrebbe concludere Poi dice che non siete contenti di vivere nell’era dell’internét Netherlands Bach Society – All of Bach La passione secondo Matteo

Read More >>

For Amy, with love – Anteprima video

la storia di Amy Winehouse, in un documentario in uscita quest’estate. ora c’è il trailer ufficiale un documentario che si piangerà, si sentirà forte, si digrigneranno i denti e si proverà molto, molto amore “Singing has always been important to me, but I never thought I’d end up singing or be a singer,” says Amy. “I just thought I’m lucky that it’s something I can always do if I want…

Read More >>

Adiabatic Invariants – Hybrid Kit and Pure Data o dell’impermanenza del suono

(di Carmine Pongelli) Esperienza strana e affascinante questa dell’ascolto di HKPD – Hybrid Kit and Pure Data – disco di musica elettroacustica (definizione che abbraccia solo parte di questo complesso lavoro) di un duo formato da Luca Gazzi e Marco Matteo Markidis: rispettivamente percussionista e live electronics guru. Di primo acchito la sensazione è ostracismo: quello tipo del preconcetto “incomunicatività di certe avanguardie”. Poi si coglie, o si crede di…

Read More >>

ACT Music: la ricerca del jazz a ogni costo

(di Carmine Pongelli) La ACT Music è un’etichetta tedesca il cui catalogo è zeppo di jazzisti, perlopiù nordeuropei, di grande valentìa. La filosofia della casa è quella di dare la più ampia diffusione possibile al linguaggio jazz (“desire to push musical boundaries while reaching out to a wider audience with both authenticity and innovation at their core”). Strada, questa dell’arrivare a tanti, non priva di certi rischi. Il bel suono…

Read More >>

Daniele Sepe o della bravura di mischiare le carte della musica

(di Carmine Pongelli) Sta per uscire l’ultimo lavoro di Daniele Sepe, sassofonista “parte nopeo” e parte del mondo intero. In attesa di ascoltare l’ennesimo disco tanto bello quanto molto probabilmente ignorato dal sistema musicale italiano, scaldo un po’ l’inchiostro nel calamaio per far presente, a chi dovesse passare da queste parti e non conoscesse il Sepe, quanta bella roba si sta perdendo. Fondamentalmente Daniele è un musicista militante, politico, con…

Read More >>