Batteristi 0 comments on Jerohn contro Jerohn: doppio Garnett basso e batteria

Jerohn contro Jerohn: doppio Garnett basso e batteria

Non conosco un bassista migliore di te, si è detto allo specchio. Ecco questo video in cui Jerohn Garrett non contento di picchiare tamburi con un groove e tecnica inviadiabilissimi, si esibisce anche al basso.

Jerohn ha cominciato a suonare in chiesa a 3-4 anni. Ci fossero chiese così, ci andrei ogni santa domenica

Poi ha suonato con

EnVogue
Darren Hayes
Mariah Carey
Macy Gray
Toni Braxton
Boys2Men
Patti Labelle
Natalie Cole
112
Jagged Edge
Faith Evans
Fantasia
Soulja boy
Hurricane Chris
Omarion
Marquis Houston
Donnie McClurkin
Kim Burrell
Karen and Dorinda Clark

Batteristi 0 comments on Professione Batterista: la Spagna di Roberto Audia

Professione Batterista: la Spagna di Roberto Audia

Da Almeria, in Spagna; da una delle regioni che noi di Pentagrammi amiamo di più al mondo, l’Andalucia, ci ha scritto un collega di tamburi, raccontandoci una bella storia: di come si può partire alla ricerca di qualcosa e della propria musica. E trovarla. Ci è piaciuta, questa storia, e abbiamo chiesto al collega, che si chiama Roberto Audia, di raccontarla a tutti.
[Se volete raccontare la vostra storia, qualunque strumento suoniate, scriveteci]

Continue Reading “Professione Batterista: la Spagna di Roberto Audia”

Batteristi 0 comments on Goodbye Paul (Motian)

Goodbye Paul (Motian)

E’ morto, a 80 anni vissuti intensamente, uno dei grandissimi, simbolo e protagonista di un’epoca leggendaria.

Paul Motian è stato un compositore, band leader ma soprattutto un grande batterista. Insuperabile in trio, innovatore dello strumento che anche grazie a lui è passato da conglomerato di tamburi rompicoglioni da accompagnamento a vero protagonista della musica del secolo scorso. Ha suonato i più grandi, ne citiamo quattro a caso: Thelonious Monk, Bill Evans, Keith Jarret, Lee Konitz. Il resto ascoltatelo


Paul Motian, who was among the most well-regarded musicians of the post-bop era, passed away today (November 22) at the age of eighty. Motian was particularly known as a fine trio drummer—a reputation he gained largely from his work with the piano greats Bill Evans and Keith Jarrett—and played an important role in jazz history by helping to free the drummer from being saddled with strict timekeeping duties. Among Motian’s other credits were Stan Getz, George Russell, Thelonious Monk, and Paul Bley.

During the decade that he played with Jarrett (1967-76), Motian developed a special rapport with bassist Charlie Haden, whom he continued to tour and record with through the ’90s. Starting in the late ’70s, Motian focused on his own groups, including his long-standing trio with saxophonist Joe Lovano and guitarist Bill Frisell, and his Electric Bebop Band, a larger unit that included multiple guitarists. His 2010 album with saxophonist Chris Potter and pianist Jason Moran, Lost in a Dream, gained considerable critical praise and was a finalist for best recorded performance in MD’s 2011 Readers Poll.

Batteristi, Loop 0 comments on Jeff Porcaro e il ‘Rosanna Shuffle’: da Bernard Purdie a John Bonham

Jeff Porcaro e il ‘Rosanna Shuffle’: da Bernard Purdie a John Bonham

Se non è lo shuffle ‘half time’ più famoso al mondo poco ci manca. Il groove suonato da Jeff Porcaro in Rosanna – storica hit dei Toto – è un pezzo di storia della batteria. Di quelli che si insegnano nelle scuole e che ogni batterista dovrebbe conoscere.

Ma il grande Jeff non era uno di quelli che si sarebbero attribuiti meriti non suoi e nel video didattico qui sotto spiega da dove gli sia arrivata l’ispirazione per creare quello che ormai tutti conoscono come il ”Rosanna Shuffle” o ”Jeff Porcaro Shuffle”

Alla base ci sono due shuffle half time che il mai dimenticato batterista dei Toto unisce in un groove originale: si tratta di un John Bonham e di un Bernard Purdie. E scusate se è poco. Porcaro prende il ‘John Bonham shuffle’ di Fool in the rain e il Bernard Purdie halftime shuffle.

Jeff Porcaro, Rosanna Shuffle

John Bonham Shuffle da Fool in the rain

Bernard Purdie half time shuffle

Ed ecco il risultato finale: Toto Rosanna

Batteristi 0 comments on Sexy (ma non solo) drummer : Caitlin, Mars Volta: Inertiatic esp drum cover

Sexy (ma non solo) drummer : Caitlin, Mars Volta: Inertiatic esp drum cover

Potrebbe sembrare un post dedicato solo ai maschietti (come il titolo appositamente ruffiano può far pensare) ma non lo è.

Perché Caitlin oltra a essere bionda, più che carina e suonare in shorts e toppino hippy e avere un kit tutto decorato, suona. Eccome se suona: si è scelta questa drum cover dei Mars Volta che non molti di noi, ammettiamolo, possono affrontare a cuor leggero.

Insomma, per i maschietti, un video da apprezzare nelle forme e nel contenuto musicale. E pure per le ragazze che possono vedere in azione una collega di talento.

Batteristi, News 0 comments on Buon compleanno Ringo Starr

Buon compleanno Ringo Starr

Ne fa 73. Lunga vita allo Scarafaggio picchiapelli. Di lui abbiamo scritto molto e se volete altre cose su Ringo cliccate qui

Altrimenti fatevi bastare questa agenzia

Grande festa, oggi ad Amburgo, per il settantunesimo compleanno di Ringo Starr. L’ex batterista dei Beatles, attualmente in tourneè in Germania, ha potuto festeggiare l’ occasione speciale’ con gli amici e un centinaio di fan all’Hard Rock Cafè della città portuale tedesca.

Verso mezzogiorno il musicista del leggendario quartetto di Liverpool è stato accolto all’ingresso del locale da una selva di telecamere, fotografi, giornalisti, vecchi e nuovi fan e semplici curiosi.
Ringo Starr si è fermato per qualche minuto a rispondere alle domande dei giornalisti su Amburgo e, soprattutto, sul suo prossimo album, la cui pubblicazione è prevista per gennaio del 2012. “Ci sono un parecchie storie interessanti sulla città – ha scherzato Starr con i cronisti -, ma non ve le posso raccontare”.

Batteristi 0 comments on Ringo goes to stage: vita e tour del batterista più felice del mondo

Ringo goes to stage: vita e tour del batterista più felice del mondo

Ringo Starr è in tour con una all star band (sembra un gioco di parole ma non lo è). Uno degli uomini più felici della terra, il nostro picchiapelli ex-beatle: “Sono stato benedetto. Il mio sogno fin da quando avevo quattordici anni era suonare la batteria e ho potuto farlo con i musicisti più grandi. Cosa volere di più dalla vita?”

Ringo, che sarà a roma il 3 e 4 luglio, è uno di cui si è detto tutto, a partire da quella ingenerosa frase che lo ha accompagnato per tutta la vita: the lukiest no talent in the world (il tizio senza talento più fortunato del mondo). Invece come batterista è tutt’altro che da trascurare: pur non essendo un Guru della tecnica e uno Yoda della Saggezza percussiva. A partire dalla sua frase preferita, Peace & love, è uno che alla vita guarda con occhio sereno e rilassato (almeno così pare dalla sua immagine pubblica) e nello star system non è cosa da poco.

Ecco qui molti motivi per tributargli il rispetto che merita.

Tutto quello che abbiamo su Ringo Starr

Batteristi 0 comments on Dream Theater, nuove voci sul nuovo batterista: Mike Mangini?

Dream Theater, nuove voci sul nuovo batterista: Mike Mangini?

Dopo settimane in cui si scommetteva su Marco Minnemann ora tocca a Mike Mangini essere nella top 1 dei possibili nuovi batteristi dei Dream Theater.

Mike è una delle teste migliori del firmamento quindi non potrebbe che andarci bene. Però, DT, che ne dite di decidervi o di dirci che state aspettando di fare pace con l’altro Mike, Portnoy?